Native: la tradizione del Pow Wow

Abbiamo fatto una deviazione sul percorso di moltissime miglia incuriositi dal Pow Wow, un evento annuale organizzato dalla tribù degli Shoshone.

Ne è valsa davvero la pena. Tra i variopinti vestiti, le danze propiziatorie, l’artigianato, le pietanze tipiche e meno tipiche della tradizione tribale, abbiamo trascorso un pomeriggio e una serata che difficilmente scorderemo!

Traveling – it leaves you speechless, then turns you into a storyteller

Viaggiare – ti lascia senza parole, poi ti trasforma in un narratore

(Ibn Battuta)

Fort Washakie, che prende il nome dal grande capo degli Shoshone, Washakie, si trova nel bel mezzo di una riserva indiana: la Wind River. Notiamo una cartello molto spartano che indica l’ingresso della zona dove si svolgerà il raduno. Un grande spazio in aperta campagna viene dedicato alla manifestazione con tanto di area riservata ai molti che arrivano da tanto lontano e che si accampano con tende, caravan e camper. Tutto è pronto per quello che è uno dei Pow Wow più importanti del Nord America.

Grand Entry

Grand Entry

Abbiamo visto arrivare Shoshone, ma c’erano anche Arrapaho, da Stati lontani e vicini al Wyoming. Del resto questi giorni sono l’espressione massima dell’orgoglio dei nativi per il loro appartenere alla tribù.

Inizia il 56th Annual Eastern Shoshone Indian Days e alle 19 c’è la Grand Entry.

Grand Entry

Grand Entry

Non posso negare lo stupore nel vedere “dal vivo” i nativi vestiti a festa. La parata iniziale dura tantissimo. Accompagnata dalla coinvolgente voce dello speaker. Poi a seguire un ricco programma di esibizioni, ognuna con un diverso significato. Non riusciamo a coglierlo, ma il loro danzare coinvolge.

Non può esserci un Pow Wow senza un tamburo …

poiché

“i buoni tamburi richiamano i danzatori, la buona musica li fa danzare bene.

Senza tamburi non c’è musica. Niente musica, niente danze, nessun powwow”

I loro vestiti trasmettono allegria e tradizione, dai più semplici ai più preziosi. Colori, colori e colori: abiti, cinture, decorazioni di perline, piume, frange laterali, bracciali, monili, grembiuli. E passeggiando tra le varie bancarelle arriviamo al settore degli accessori. Ce ne sono infiniti per combinazioni affidate unicamente alla fantasia e all’estro di chi li indosserà. Da un abito semplicissimo, dopo esser passati di qui si può uscire con il più originale e variopinto costume, pronti per entrare in scena nel grande spiazzo dove tutti si fanno trascinare dalle danze, dai più grandi ai più piccini.

fort washakie

fort washakie

Poi iniziano i contest, con in palio premi in denaro. Ogni partecipante ha un numero ben visibile di riconoscimento.

fort washakie

I danzatori sembrano tanto veloci nel muoversi quanto poi son lenti nel procedere. E ad ogni ingresso dei vari gruppi, lo speaker dichiara lo stato di provenienza. Arizona, Alabama, New Mexico, Montana, Manitoba. Famiglie, comunità che hanno percorso migliaia e migliaia di chilometri per essere qui. Restiamo fino a mezzanotte, poi ci ritiriamo nel nostro camperino. Ma loro no, proseguono fino quasi al mattino, instancabili.

Informazioni utili

GPS: 42.999163, -108.883703
Indirizzo: Old Wind River Hwy, Fort Washakie, Wyoming
Contea: Fremont
Curiosità: è il più grande del Wyoming e tra i dieci più grandi di tutta la nazione
Trova un Pow Wow: Pow Wow Calendar (sito generico) – Pow Wow nella Riserva di Wind River
Può tornare utile: chiedere sempre dove, come e cosa fare ai nativi. E’ il loro territorio.
Quando andare?: le temperature medie mese per mese e le previsioni su weatherbase.

Da leggere (in inglese):

Da ascoltare

C'è ancora da leggere ...

Collect moments, not things!

Ultimi articoli

Lewis e Clark: imbarchiamoci per un grande viaggio Imbarchiamoci per un grande viaggio era una serie di cartoni TV che raccontava d...
Kaltenberger Ritterturnier: il torneo cavalleresco... Il Castello di Kaltenber: il proprietario del castello e del parco che lo circon...
Friedberger Zeit, i tempi d’oro di Friedberg La Romantische Straße è uno dei percorsi a tema più famosi e amati dai turisti c...
Il Wallenstein di Memmingen 2016: sarà di nuovo Wallenstein! Un grandioso evento, una rievocazione unica che...
Eggs Benedict: un piatto, una storia Una delle pietanze d'eccellenza dei brunch, e in un brunch che si rispetti si tr...
Parliamone!
La mia passione per il Re:
Organizzare un viaggio in America

Come organizzare un viaggio nel nord America, passo dopo passo, e come programmarla al meglio

scopri di più ....

Un viaggio in camper in America: si può!

Guida alla programmazione, ai preparativi, all'on the road e tanti piccoli (e grandi) suggerimenti per viaggiare in camper in America

scopri di più ....

Viaggi in cerca di fiabe

I percorsi che ci hanno fatto sognare, raccontarli è come rivivere la fiaba: "VIAGGI IN CERCA DI FIABE"

scopri di più ....

Storify: facciamo storytelling!

Un racconto di un giorno, un evento o un riassunto di tanti anni: pezzettini di web per costruire una storia, reale o logica che sia.

scopri di più ....

A caccia di autori

Autore di numerosi libri tra cui "Il Segreto delle tre Ottave", "Lo scienziato del tempio", "Arcimboldo", fino ad arrivare all'ultimo capolavoro che uscirà il prossimo agosto; "Storia dell'architettura sottile"

Un autore tutto da scoprire! Basta un clic!!!

Follow me
Viaggi in camper su Google+
Kiala viaggi - Il Blog su Google+
Let's be instagram friends!

My Instagram latest photos

    Contatori visite gratuiti