Cibo da strada

L’idea di questo post mi è venuta mentre passeggiavo tra le bancarelle di una manifestazione altoatesina: i Giorni del Miele a Bressanone. Tutti che offrono un assaggio del prezioso prodotto, frutto di tanto lavoro in stretta collaborazione tra uomo e api. E noi che lo apprezziamo passeggiando e scrutando le tante bellezze della cittadina mentre degustiamo la morbida fetta di pane con abbondante miele. Ecco che mi torna in mente: ma quante volte abbiamo scoperto e ci siamo deliziati con il cosiddetto “cibo da strada“?
Quasi trent’anni di viaggi di cui dodici in camper ci hanno fatto conoscere e apprezzare un mondo di bontà! E chissà quante ne scoveremo ancora.

Uno degli ottimi empori annessi ai distributori (questo è della catena Loves')

Uno degli ottimi empori annessi ai distributori (questo è della catena Loves’) – Stati Uniti

Ho pensato di condividere queste mie scoperte, più o meno conosciute, perchè un VIAGGIO VERO è fatto di tanti aspetti, e la gastronomia “popolare” è senza dubbio uno di quelli che noi apprezziamo, perchè il cibo racconta tante storie.

Pasteggiare on the road: cibo da strada e da asporto

Intorno al cibo da strada e a quello da asporto, ruotano le abitudini, le tradizioni e, perchè no, le radici dei popoli.

Non è nel ristorante pluristellato che si scopre il territorio, ma è uscendo dalla veste di turista che si scopre il mondo. Diventando, e chi viaggia in camper è privilegiato in questo, cittadino per pochi giorni di quel paesello, di quel quartiere, di quella località.

E allora cosa c’è di meglio se non camminare per i vicoli meno frequentati, entrare nelle vecchie botteghe, passeggiare tra i banchi dei mercati, spingere un carrello nel supermercato? E, lasciandosi tentare dalla novità e da quel “qualcosa” che non si è mai visto altrove, intavolare discorsi con la gente che si incontra per scoprire sensazionali ricette popolari …

Riguardando le foto dei nostri viaggi saltan fuori immagini “golose”, che potremmo utilizzare per  una vera e propria mappa gastronomica.

Ormai lo street food si è conquistato un ruolo molto importante nell’era del turismo diffuso.  Un accenno prima di tutto a Tivoli, in provincia di Roma, dove vivo e dove meritano di essere citati, ma soprattutto provati, i famosissimi panini di

Per trattare in modo esauriente il cibo da strada a Roma non basterebbe un blog intero, ma voglio suggerire un classico …

Non ci è capitato spesso di scegliere la Toscana come meta dei nostri viaggi, l’abbiamo piuttosto di frequente attraversata per raggiungere la Francia. Eppure

Dopo ben sette anni di viaggi in camper, ancora non ci eravamo mai decisi a passare lo stretto! Incredibile, ma vero. Poi un bel giorno, spinti dall’entusiasmo di amici belgi, abbiam voluto provare, e in soli sei mesi siamo andati in Sicilia per ben tre volte. Probabilmente un record. Senza ombra di dubbio posso dire che la varietà e le bontà dei cibi siciliani sono difficilmente imitabili da qualsiasi altra zona del mondo. Sembra quasi che

La prima volta in camper fuori dall’Italia fu in Francia! Del resto circolava la voce che fosse il “Paradiso dei camperisti”. Ancora ricordo quando varcammo il confine e, sulla strada, brillavano le luci delle Boulangerie che già di buon mattino offrivano croissant, pain au chocolat e baguette appena sfornate!

Entusiasmati dalla prima esperienza oltreconfine, in seconda battuta toccò alla Germania, anche questa nota per una forte offerta ricettiva nei confronti dei camperisti.

Ricorrevano spesso, tra i camperisti germanofili, discorsi riguardanti un tal “stinco di maiale”

Strade di mare e di monti, a volte tortuose, molto spesso semivuote. Il Portogallo, che si potrebbe senza dubbio definire…

La prima volta verso est, strade mai percorse con molte sorprese. Decisione ponderata quella del viaggio in Ungheria, uno dei paesi che abbiamo apprezzato di più. È passato un bel po’ di tempo dal nostro viaggio ed ecco che…

E poi, che dire, non c’è bisogno di presentazioni riguardo il cibo da strada quando si è

 

…presto Slovenia e Romagna …coming soon!

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Collect moments, not things!

Ultimi articoli

Lewis e Clark: imbarchiamoci per un grande viaggio Imbarchiamoci per un grande viaggio era una serie di cartoni TV che raccontava d...
Kaltenberger Ritterturnier: il torneo cavalleresco... Il Castello di Kaltenber: il proprietario del castello e del parco che lo circon...
Friedberger Zeit, i tempi d’oro di Friedberg La Romantische Straße è uno dei percorsi a tema più famosi e amati dai turisti c...
Il Wallenstein di Memmingen 2016: sarà di nuovo Wallenstein! Un grandioso evento, una rievocazione unica che...
Eggs Benedict: un piatto, una storia Una delle pietanze d'eccellenza dei brunch, e in un brunch che si rispetti si tr...
Parliamone!
La mia passione per il Re:
Organizzare un viaggio in America

Come organizzare un viaggio nel nord America, passo dopo passo, e come programmarla al meglio

scopri di più ....

Un viaggio in camper in America: si può!

Guida alla programmazione, ai preparativi, all'on the road e tanti piccoli (e grandi) suggerimenti per viaggiare in camper in America

scopri di più ....

Viaggi in cerca di fiabe

I percorsi che ci hanno fatto sognare, raccontarli è come rivivere la fiaba: "VIAGGI IN CERCA DI FIABE"

scopri di più ....

Storify: facciamo storytelling!

Un racconto di un giorno, un evento o un riassunto di tanti anni: pezzettini di web per costruire una storia, reale o logica che sia.

scopri di più ....

A caccia di autori

Autore di numerosi libri tra cui "Il Segreto delle tre Ottave", "Lo scienziato del tempio", "Arcimboldo", fino ad arrivare all'ultimo capolavoro che uscirà il prossimo agosto; "Storia dell'architettura sottile"

Un autore tutto da scoprire! Basta un clic!!!

Follow me
Viaggi in camper su Google+
Kiala viaggi - Il Blog su Google+
Let's be instagram friends!

My Instagram latest photos

    Contatori visite gratuiti