Kiala

Tre figlie e trenta anni di viaggi. Viaggi con o senza camper, in Europa e in America, con i bambini piccoli, poi adolescenti, poi da soli e poi ancora con i figli sempre più grandi. La passione per la cucina, per le tradizioni autentiche e per le mete ancora poco note al turismo di massa. Ma soprattutto la passione di condividere il viaggio come esperienza di vita.

Presentazione del libro Versicolori carte del maestro Domenico Bosco

Il 21 maggio 2019 alle ore 17.00, presso le Scuderie Estensi di Tivoli (P.zza Garibaldi), si terrà la presentazione del libro Versicolori carte – rime per leggere del maestro Domenico Bosco.

Interverranno:
Rino Mele – Presidente della Fondazione di Poesia e Storia Ex machina, machina
Giuseppe Giacalone – Professore di Filosofia e Storia
Alfonso Conte – Professore Storia Contemporanea – Università degli Studi di Salerno
Francesco D’Amato – Editore
Celeste Napolitano – Editor
Annamaria Ippolito – Curatrice dell’opera
Moderatore:
Marco Bagordo – segretario FLC CGIL Roma Est

Domenico Bosco nasce a Sant’Arsenio, provincia di Salerno, il 4 ottobre del 1951. Insegnante di scuola Primaria Elementare ha lavorato in Italia e all’estero con nomina del Ministero degli Affari Esteri, dedicando le sue energie con passione ed inventiva ai suoi piccoli allievi, assumendo anche funzioni di responsabilità come consigliere distrettuale, di circolo e figura strumentale. Per ventuno anni ha lavorato, nei periodi estivi, nelle colonie Olivetti fino a diventare Direttore Pedagogico della sezione di Castagneto Carducci.
Nel paese natale ha inoltre partecipato al gruppo folkloristico mettendo a disposizione la sua naturale capacità comunicativa come attore nel teatro vernacolare in rappresentazioni in Italia e negli Stati Uniti. È stato responsabile provinciale del progetto ministeriale “Scuola al cinema” , continuando successivamente a gestire, come responsabile unico, una rete di dodici scuole nel progetto “Scuola al cinema”, impegnandosi nella promozione della didattica del linguaggio cinematografico.
Continua a leggere

Farina fatta in casa: come e con quali vantaggi

L’idea di acquistare un mulino “casalingo” è venuta all’improvviso, dopo aver letto parole di entusiasmo di una amica in un commento sui social. Da lì il passo è stato breve: mi sono informata circa i benefici, sugli usi, mi son rassicurata contattando la mia amica sul funzionamento e sul modello da acquistare e poi c’è stata l’attesa, visto che, per convenienza, ho deciso di ordinarlo da Amazon. Ero abituata a sentire il profumo del pane appena sfornato, quello dei dolci, ma non al profumo della farina appena macinata. La scelta nei negozi non manca, ma poter mettere in tavola alimenti sempre più genuini e sbizzarrirsi sperimentando ricette sempre diverse, con ingredienti personalizzati tanto quanto la fantasia ci permette, è cosa decisamente gratificante. Ma

da dove viene la farina?

Non mi fregio di conoscenze alimentari approfondite, ma è fuor di dubbio che la farina prodotta in casa è

Pane tipo ciabatte, sfilatini al farro, pagnottine con patate nell’impasto e grissini con farina di ceci

Continua a leggere

I murales raccontano: Vicksburg, Mississippi

Quando il fiume Mississippi arriva in una delle tante curve che ne caratterizzano il corso, sfiora una cittadina: Vicksburg, dal passato ricchissimo di storia, aneddoti, eventi sanguinosi e episodi curiosi.

Il Delta dello stato del Mississippi, detto anche Yazoo-Mississippi, da non confondere con il Delta del fiume, comprende il territorio a nord-ovest dello stato e una piccola parte degli stati dell’Arkansas e della Louisiana. Questa regione è stata chiamata “Il posto più meridionale della terra” nel senso di Sud Americano per le vicende storiche razziali e culturali ma anche economiche. Vicksburg rappresenta il confine più a sud di questa porzione di terra. Qui il fiume Yazoo si unisce al fiume Mississippi che

Il nostro camper sul Riverfront al tramonto

Continua a leggere

Ciambella alle mandorle

Ancora una ricetta con il Mulino da casa Komo Fidibus XL, la torta di mandorle, creata e provata da me.

Ingredienti:

  • 170 grammi di grano tenero da macinare (per chi non ha il mulino, 170 grammi di farina di grano tenero di tipo 1 o 2 )
  • 80 grammi di mandorle
  • 150 grammi di zucchero
  • 250 grammi di ricotta
  • 3 uova
  • 80 grammi di olio EVO
  • 50 grammi di latte
  • una bustina di lievito

Procedimento

Tritare la maggior parte delle mandorle riducendole a farina. Macinare il grano. Mischiare gli ingredienti con la frusta in ordine: uova e zucchero, olio, ricotta, mandorle, latte, la farina ottenuta con il mulino e lievito. Mettere il composto in uno stampo per ciambellone già imburrato e infarinato e infornare a 170/180 gradi (dipende dal forno) per 40 minuti.

Welcome to Israel

Tel Aviv e non solo: un viaggio pensato non molto, capitato all’improvviso e organizzato senza ausilio di agenzie di nessun tipo. Grazie ad un offerta Ryanair  per un volo diretto da Roma a Tel Aviv, ci coglie come un uragano l’idea di un viaggio nello stato di Israele. Acquistato il biglietto iniziamo a fare i conti con la pianificazione. È sempre consigliato controllare il sito Viaggiare sicuri del Ministero degli Esteri italiano prima di intraprendere un qualsiasi viaggio, ancor di più quando si tratta di paesi con continui avvisi come questo. Tra le tante regole

Continua a leggere

Gerusalemme: stupor mundi

Scrivere di Gerusalemme è un’impresa troppo ambiziosa. Dovrebbero essere infinite le parole, ma in fin dei conti ne bastano due: stupor mundi. Storicamente lo stupore del mondo è l’appellativo di un grande sovrano del passato: Federico II di Svevia. Solo durante il suo regno Gerusalemme conobbe, grazie al suo operare coscienzioso insieme al sultano al-Malik al-Kamil, un periodo di pace lungo quindici anni. Decisamente breve se confrontato al resto dei secoli che hanno visto e vedono tuttora, una Gerusalemme contesa.

La spianata delle Moschee

Gli occhi del mondo sono spesso puntati su di lei, in fondo così piccola e al tempo stesso capace di contenere una storia millenaria, un susseguirsi di eventi troppo spesso tragici come poche altre città al mondo. Siamo arrivati in città dalla strada 90, costeggiando il Mar Morto. Una strada che offre Continua a leggere

Rapid City: funny for free!

Rapid City è molto di più di una città. Siamo nella Pennington County, una contea la cui storia riporta indietro nel tempo, nel periodo del grande mito della corsa all’oro. Erano i tempi del Generale Custer e del mancato rispetto del Trattato di Fort Laramie del 1868 che stabiliva i confini della Great Sioux Reservation nei territori delle Black Hills. Fu qui che, disattendendo la principale volontà dell’accordo, si insediarono i primi piccoli campi di minatori  che col tempo si popolarono sempre più contribuendo alla crescita demografica della contea.

Mentre sul nostro camper siamo diretti verso il Sud Dakota già si rappresentano nella mente scenari di immense praterie, di indiani e cow-boy, di pionieri in cerca di fortuna e le

Continua a leggere

Il diritto alla libertà: on the Road to Freedom

Durante il nostro secondo on the road in camper in Nord America ci siamo imbattuti in molti temi ricorrenti. Che riguardassero la musica, la storia, le tradizioni, le lotte sociali, le locations dei film e delle serie televisive, abbiamo dovuto rispettare un ordine territoriale piuttosto che logico. Siamo partiti da nord, dalla città canadese di Toronto, fino ad arrivare nel sud della Louisiana per poi tornare indietro spostandoci verso est. Questa tabella di marcia ha così messo al primo posto quello che in realtà avrebbe dovuto essere l’ultimo nel nostro on the road to freedom, il viaggio verso la libertà, quella libertà conquistata con il sangue e con la caparbietà e la convizione che solo un leader come Martin Luther King jr. ha saputo trasmettere e governare.

Non abbiamo avuto molto tempo per seguirlo completamente, ma siamo riusciti a vederne i luoghi più Continua a leggere

Montgomery, dove passò il bus della Rosa

Era il primo dicembre del 1955, un primo dicembre che segnò la storia, ma soprattutto che cambiò quella storia fatta di “separazioni”. Negli Stati Uniti le persone di colore non godevano degli stessi diritti dei bianchi, e anche se molte volte nel corso dei secoli si era tentato di reagire alla segregazione razziale, uno degli episodi che più ebbe eco e che innescò un vero e proprio effetto domino di fermezza nella protesta fu la presa di posizione di Rosa Parks. Svolgeva il lavoro di sarta e quel giorno, Continua a leggere

Il principe ranocchio

Quando le favole si tramandavano da grandi a piccini, che a loro volta poi diventavano grandi e raccontavano di nuovo, molto spesso si generavano varianti dello stesso racconto. Così anche la favola de Il principe ranocchio è stata raccontata in chissà quanti modi diversi, finchè i fratelli Grimm la scrissero seguendo la loro fantasia.

Alsfeld – Germania

Quel che accomuna ogni versione è un ranocchio che ha bisogno di una principessa per Continua a leggere

Don’t forget Winona: percorrendo la Route66 in Arizona

La Route66 è(ra) una strada calpestata negli anni da chissà quanti viaggiatori,  e, soprattutto agli inizi, i turisti erano decisamente pochi. In molti la utilizzarono per recarsi verso ovest in cerca di lavoro. La Mother Road “è” ed “era”: con alcuni tratti completamente persi ed altri che sono ancora lì, che tentano di resistere al tempo. Snodandosi lungo il paese, dall’Illinois alla California, ha portato con sè “vita”: lungo il percorso nacquero hotel, punti di ristoro, negozi e distributori di carburante. Ormai è uno dei tour più pubblicizzati per i viaggiatori che si accingono ad avventurarsi in un on the road negli Stati Uniti. Noi non abbiamo mai esplorato per intero la mitica strada ma ne abbiamo visti, spesso troppo velocemente, solo alcuni tratti. Per scoprirla al meglio, immergendosi nell’atmosfera rétro di un percorso che ha segnato un’epoca (o forse è stata quell’epoca che ha segnato per sempre la storia della Route?), si dovrebbe esplorare miglio dopo miglio, lentamente.

L’Arizona ospita uno splendido e lungo tratto di Route66, ed è seconda in questo solo al New Mexico: ben 388 miglia. Il nostro percorso è stato completato durante due dei nostri viaggi: da Flagstaff ad Oatman siamo stati nel 2015, da Holbrook a Flagstaff nel 2016: vecchi distributori, motel, diners, iscrizioni, cartelli stradali e tutto ciò che fa parte di un mito destinato a restare nel cuore, nella memoria e nei sogni di migliaia di viaggiatori.

La Petrified Forest National Park

Nessun altro parco nazionale Continua a leggere

Bratislava: da scoprire camminando

Camminando lungo le stradine di Bratislava basta guardare un po’ in su o svoltare un angolo o, talvolta, entrare in uno dei tanti passaggi interni ai palazzi, per imbattersi in statue, fontane e altre importanti e curiose testimonianze. Di epoche e materiali diversi, abbiamo scoperto realtà e storie interessanti (per la mappa completa leggere il post Tra miti, leggende e realtà: statue e fontane a Bratislava).

MÝTICKÁ LOĎ, LA MITICA NAVE

La scultura è un omaggio simbolico al fiume e alla città, come simboliche sono le figure che trasporta. L’uomo dirige la nave in pericolose correnti, la donna è un elemento prezioso, una regina nobile e bella, una madre che porta il germe di una nuova vita. La terza figura è un cane, da sempre simbolo di eterno compagno e protettore dell’uomo, che come nella realtà è lì per la sua capacità di capire il pericolo e avvertire gli uomini in tempo.

Mýtická loď

BIELA ULICA N. 3 E LA SIGNORA BIANCA

Il numero 3 di Biela Ulica non è accessibile ai visitatori, ma oltre quella porta (come narra la leggenda) viveva un tempo Continua a leggere

Tra miti, leggende e storia: statue e fontane a Bratislava

Bratislava è una città antica con pittoresche stradine con splendidi edifici e straordinari scorci da fotografare. Storie, leggende e miti sono tramandati e conservati dalla tradizione popolare.
Il centro storico è indubbiamente reduce di recenti restauri, così come i quartieri popolari della città, che stanno repentinamente cambiando: i grandi e grigi palazzoni risalenti all’epoca dell’egemonia russa appaiono ora riverniciati di sgargianti colori. È come se la città si fosse terribilmente impegnata ad iniziare una nuova vita, tanto che negli ultimi anni sono state collocate per le viuzze del centro statue di bronzo raffiguranti

Cumil

Continua a leggere

E se il volo viene cancellato? Attenzione alle (quasi) truffe

E se il volo viene cancellato?

A nessuno piace arrivare in ritardo, che sia il volo di andata o di ritorno, ma questa eventualità dobbiamo metterla in conto. A noi è successo di arrivare negli Stati Uniti con 24 ore di ritardo rispetto al programma. Nel disguido abbiamo avuto almeno la “fortuna” di aver avuto la possibilità di chiedere un risarcimento danni. C’è una norma Continua a leggere

Collect moments, not things!

Ultimi articoli

Presentazione del libro Versicolori carte del maes... Il 21 maggio 2019 alle ore 17.00, presso le Scuderie Estensi di Tivoli (P.zza Ga...
Farina fatta in casa: come e con quali vantaggi L’idea di acquistare un mulino “casalingo” è venuta all’improvviso, dopo aver le...
I murales raccontano: Vicksburg, Mississippi Quando il fiume Mississippi arriva in una delle tante curve che ne caratterizzan...
Ciambella alle mandorle Ancora una ricetta con il Mulino da casa Komo Fidibus XL, la torta di mandorle, ...
Welcome to Israel Tel Aviv e non solo: un viaggio pensato non molto, capitato all'improvviso e org...

Privacy Policy

 
Cookie Policy

La mia passione per il Re:
Organizzare un viaggio in America
Come organizzare un viaggio nel nord America, passo dopo passo, e come programmarla al meglio

scopri di più ....

Un viaggio in camper in America: si può!
Guida alla programmazione, ai preparativi, all'on the road e tanti piccoli (e grandi) suggerimenti per viaggiare in camper in America

scopri di più ....

Viaggi in cerca di fiabe
I percorsi che ci hanno fatto sognare, raccontarli è come rivivere la fiaba: "VIAGGI IN CERCA DI FIABE"

scopri di più ....

A caccia di autori
Autore di numerosi libri tra cui "Il Segreto delle tre Ottave", "Lo scienziato del tempio", "Arcimboldo", fino ad arrivare all'ultimo capolavoro che uscirà il prossimo agosto; "Storia dell'architettura sottile"

Un autore tutto da scoprire! Basta un clic!!!

Follow me
Contatori visite gratuiti