Cosa indossare in viaggio

I miei tre tesori in partenza per gli Stati Uniti

Ho scritto questo post in tutta fretta. Sembra incredibile ma ho pensato di condividere gli ultimi preparativi prima della partenza proprio mentre eravamo in procinto di partire. Che si viaggi in aereo, in auto o in camper c’è un capo “universale” per l’outfit femminile: i leggings! Iniziamo dall’aereo, che è tra tutti il mezzo per così dire più costrittivo. Difficilmente ci si riesce a cambiare negli angusti servizi. Ecco perché, ancor più che in altre circostante, conviene vestirsi a strati e comodi. L’abbigliamento che preferisco per qualsiasi tipo di viaggio è: leggings, canotta o t-shirt a mezza o lunga manica, cardigan, scarponcini e giacca pesante. Consiglio di evitare capi troppo stretti, così come calzature non adatte a contenere piedi e caviglie gonfie. Da evitare i sandali e qualsiasi tipo di scarpe aperte, anche se è estate: meglio proteggersi da eventuali sbalzi di temperatura.

Ecco qualche esempio:

Neanche sembrano leggings: un modello molto adatto anche da mettere in valigia ed usare per tutto il viaggio.  Stesso modello, ma in offerta: due in un’unica confezione-risparmio.  Modello impreziosito con inserti in pizzo.  Per un abbigliamento assolutamente sportivo. Clasual ma con stile: si adattano a qualsiasi accostamento.
Un colore per ogni abbinamento. Anche se è consigliabile scegliere sempre colori neutri.
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

Per completare l’outfit sempre in stile comodo e adatto ad ogni stile, magliette, cardigan (meglio rispetto ai maglioni classici) giacche.

 Canotta, che sia elegante o sportiva, è ottima per il “primo strato”: dal “freddino” della cabina aereo e/o dall’aria condizionata dell’aeroporto al caldo.   Sulla canotta o come “primo strato”, una t-shirt a mezze maniche o maniche lunghe comoda e pratica
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

La giacca pesante è preferibile sceglierla in tessuto impermeabile e con cappuccio. Per le scarpe sneakers o scarponcini (io preferisco gli scarponcini, possibilmente di colore nero, adattabili a vari generi di outfit)

Giacca utile per pioggia e freddo: questo è solo un esempio, cercando su Amazon ce ne sono tantissime e con ottime offerte Cardigan oversize e senza chiusura.   Anfibi o sneakers? Io preferisco gli anfibi, ma se c’è posto porto anche le sneakers!
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

L’idea in più: noi portiamo in aereo sempre un paio di calzini vecchi, per intenderci un paio di quelli pronti ad essere buttati. Li usiamo al posto delle scarpe durante il volo e li buttiamo a fine viaggio.

Sempre utile:

Un impermeabile usa e getta (o meglio, si usa e si getta, casomai, alla fine del viaggio) e un cappellino ripiegabile da pioggia

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"
Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

C'è ancora da leggere ...

Collect moments, not things!

Ultimi articoli

Don’t forget Winona: percorrendo la Route66 ... La Route66 è(ra) una strada calpestata negli anni da chissà quanti viaggiatori, ...
Bratislava: scoprire camminando Camminando lungo le stradine di Bratislava basta guardare un po' in su o svoltar...
Tra miti, leggende e storia: statue e fontane a Br... Bratislava è una città antica con pittoresche stradine con splendidi edifici e s...
E se il volo viene cancellato? Attenzione alle (qu... E se il volo viene cancellato? A nessuno piace arrivare in ritardo, che sia il ...
Lewis e Clark: imbarchiamoci per un grande viaggio Imbarchiamoci per un grande viaggio era una serie di cartoni TV che raccontava d...
Parliamone!
La mia passione per il Re:
Organizzare un viaggio in America
Come organizzare un viaggio nel nord America, passo dopo passo, e come programmarla al meglio

scopri di più ....

Un viaggio in camper in America: si può!
Guida alla programmazione, ai preparativi, all'on the road e tanti piccoli (e grandi) suggerimenti per viaggiare in camper in America

scopri di più ....

Viaggi in cerca di fiabe
I percorsi che ci hanno fatto sognare, raccontarli è come rivivere la fiaba: "VIAGGI IN CERCA DI FIABE"

scopri di più ....

A caccia di autori
Autore di numerosi libri tra cui "Il Segreto delle tre Ottave", "Lo scienziato del tempio", "Arcimboldo", fino ad arrivare all'ultimo capolavoro che uscirà il prossimo agosto; "Storia dell'architettura sottile"

Un autore tutto da scoprire! Basta un clic!!!

Follow me
Viaggi in camper su Google+
Kiala viaggi - Il Blog su Google+
Let's be instagram friends!

My Instagram latest photos

    Lonely Planet: il meglio per viaggiare

    Contatori visite gratuiti